Le storie a bivio

9 Gen

Da piccola ero un’accanita estimatrice di Topolino.
Non c’era mercoledi in cui papà non me lo portava di ritorno da lavoro.
Ho sempre amato leggere, in particoalre le storie con protagonista Paperino, più umano e pasticcione, più simpatico del saccente Mickey Mouse.
Semplicemente mi somiglia(va) di più!

Col passare del tempo ricordo la comparsa delle storie a bivio.
Era divertente scegliere come comportarsi, essere artefice del destino del protagonista della storia.
Andare avanti per una strada, giungere a conclusione e, se il finale mi lasciava insoddisfatta, ritornare serenamente al punto di partenza, imponendo scelte diverse.

Oggi non è più così. I bivii mi incuriosiscono, ma contemporaneamente mi angosciano.
Mi piacerebbe poter fare tutto e avere la possibilità di tornare indietro, quante volte voglio.
Maledetti fumetti!!!

Il bivio è troppo simile al costo opportunità: ciò a cui rinunci al momento della scelta.
Il problema è che al momento della scelta, non sai a che rinunci. :S

E mi ritrovo a citare Timoteo de La Mandgragola di quel genio di Machiavelli:

“ove è un bene certo ed un male incerto, non si debbe mai lasciare quel bene per paura di quel male”

Ma sarà poi vero?
Chi decide per noi ciò che è bene e ciò che è male.
“E’ una questione di qualità o una formalità”?…IO STO BENE!?!

Meglio ritornare ai fumetti, che interrogarsi sugli arcani della vita. 🙂

Annunci

4 Risposte to “Le storie a bivio”

  1. Mariangela Buoninconti 9 gennaio 2011 a 7:31 pm #

    He…maledetti bivi…ma sarà poi vero che ciò che è incerto è un male? o meglio: “E se non fossi sicura che ciò che appare certo lo sia…potrei anche non considerarlo un bene?”
    Ok, basta! Tanto, credo, non ci siano soluzioni illuminanti in merito…..!
    P.S. Anche io amavo Paperino…..XD

    • assunta rea 10 gennaio 2011 a 4:33 pm #

      beh….sarebbe bello se potessi vivere due vite parallele alla “Sliding doors”, per poi decidere quale strada percorrere. Ma io non sono Gwyneth Paltrrow e poi tutto sommato, l’incerto ha il suo fascino.
      P.s. anche io come voi pro-Paperino ma Pippo rimane tra i miei preferiti!

      • emilianamellone 10 gennaio 2011 a 8:09 pm #

        Pippo e Paperino sono umani, perciò ci piacciono! Quel topastro so-tutto-io, invece, è insopportabile, come un finale scontato! Baci!!!

  2. Verla 28 luglio 2013 a 5:51 pm #

    First of all I want to say wonderful blog! I had a quick question which I’d like to ask if you don’t mind.
    I was curious to know how you center yourself
    and clear your head before writing. I have had a difficult time clearing my mind
    in getting my thoughts out there. I do enjoy writing however
    it just seems like the first 10 to 15 minutes are wasted just trying to figure out how
    to begin. Any suggestions or tips? Appreciate it!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: